La parrocchia Madonna di Fatima "nasce" con la posa della prima pietra il 23 ottobre 1956 su progetto dell'architetto prof. Chiappini, già disegnatore di molte altre chiese. Sul territorio la realtà pastorale esiste già dal 1964, da quando don Giovanni Barra viene nominato parroco della erigenda parrocchia.

La S. Messa viene celebrata ogni domenica utilizzando un "furgone cappella", allo scopo  di assicurare l'assistenza spirituale agli abitanti della regione Fornaci.

Nel 1968 don Barra viene affiancato da don A. Primo, il quale prosegue nei lavori di allestimento della chiesa, portando a termine i lavori di edificazione e dell'impianto di riscaldamento.

Don Primo nel 1969 si avvale della cooperazione di don Girotti e don Piumatti (ora missionario nella Repubblica D. del Congo).

Il 4 maggio 1974 si celebra la dedicazione della Chiesa Parrocchiale a "Nostra Signora di Fatima" presieduta da Monsignor Massimo Giustetti, allora vescovo di Pinerolo, alla presenza di Monsignor S. Quadri e Monsignor G.B. Marchesi.

Dal 1975 è parroco don Paolo Bianciotto, promotore del progetto di costruzione di un organo a canne nella chiesa; progetto in grado di soddisfare almeno due esigenze fondamentali: Cultuale, che è la ragione d'essere primaria dello strumento, deputato a svolgere un ruolo attivo nella liturgia e quindi un servizio per la comunità dei credenti; Culturale, esso darebbe la possibilità alla parrocchia di ospitare una scuola di organo e concerti organistici di alto livello, in tal senso esso svolgerebbe un servizio per l'intera città e il suo territorio.

Il progetto è stato curato da un comitato pro-organo presieduto da don Paolo e del quale fanno parte musicisti e tecnici competenti in materia. Nell'anno 2002, dalla ditta Dell'Orto & Lanzini "Bottega Organara" di Dormelletto, viene presentato il progetto per la sua realizzazione che, nel 2006, inizia il lavoro di costruzione nel proprio laboratorio. Nell'anno 2011 inizia l'assemblaggio strutturale nella chiesa, che terminerà il 29 di agosto dello stesso anno.